News

Un grande maestro del Rinascimento: Luca Signorelli

Una meta imperdibile per il ponte del 1 Maggio o per un fine settimana: dal 21 Aprile fino al 26 Agosto 2012, infatti, sarà possibile visitare la mostra interamente dedicata – la prima dopo la rassegna monografica del 1953 – a Luca Signorelli (Cortona 1450c.a.-1523), noto pittore del Rinascimento che Giovanni Santi, padre di Raffaello definì “de ingegno et spirto pelegrino”, da cui deriva la scelta del titolo della mostra stessa.

Il maestro fu molto attivo nel centro Italia e vengono presentate oltre 100 opere, di cui 66 del pittore cortonese, in un iter che racconta della vitalità culturale di un pittore che fu interprete della tradizione classica e frequentatore dei più raffinati circoli neoplatonici della Firenze di Lorenzo il Magnifico.

La rassegna espone il suo percorso artistico, dai suoi primi passi all’ombra di Piero della Francesca (come sostiene il Vasari), alla sua svolta artistica che nasce dall’incontro col Verrocchio a Firenze, passando attraverso una serie di dipinti che rappresentano vertici della pittura rinascimentale italiana, come il Tondo di Monaco o la Madonna Medici, fino al Duomo di Orvieto in cui Signorelli ha affrescato il ciclo del Giudizio Universale nella Cappella di San Brizio, con le famose immagini del Finimondo, dell’Inferno e del Paradiso, che furono anche fonte di ispirazione e di insegnamento per Michelangelo per la realizzazione del Giudizio della Cappella Sistina.

La mostra, curata da Fabio De Chirico, Vittoria Garibaldi, Tom Henry e Francesco Federico Mancini, è promossa dalla Regione Umbria e dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, insieme alle Provincie di Perugia e Terni, ai Comuni, e Diocesi di Perugia, Città di Castello e Orvieto, all’Opera del Duomo di Orvieto, alle Fondazioni delle Casse di Risparmio di Perugia, Città di Castello e Orvieto, alle Camere di Commercio di Perugia e di Terni e all’Università degli Studi di Perugia.

L’intento è quello di riunire le opere del Signorelli (che sono oggi sparse in varie sedi museali italiane e straniere, tra cui il Louvre e il British Museum) in un percorso che si articola in tre sedi espositive: a Perugia nella Galleria Nazionale dell’Umbria, a Orvieto nel Duomo, nel Museo dell’Opera e nella Chiesa dei Santi Apostoli, ed infine a Città di Castello nella Pinacoteca Comunale.

Lascia un commento

Agriturismo La Fonte